Stereo Invaders webzine intervista i Volcano Heat!

La purezza del rock ‘n’ roll è qualcosa che troppo spesso ci dimentichiamo, intenti a etichettare e collocare tutte le sottotrame del rock metal odierno. E invece esiste anche il jack e l’amplificatore, il volume “loud” e quei pochi accordi necessari a creare un effetto “vulcanico”. Ce lo ricordano i Volcano Heat.

Ciao ragazzi! Grazie mille della disponibilità. Parlateci un po’ di voi, come nasce in voi l’amore per la musica e come vi siete incontrati? (Gene) L’amore per la musica è un dono meraviglioso di provenienza ignota. Abbiamo avuto la grazia di riceverlo e lo condividiamo nel progetto Volcano Heat. Siamo attivi dall’estate del 2007. Io e Andrea siamo buoni amici da tempo, suonavamo assieme in una band precedente e c’eravamo presi una pausa. Poi incontrando Luca, abbiamo deciso di riprendere il percorso e formare una rock band con lui. Le cose sembrano funzionare.

Perché avete deciso di chiamarvi Volcano Heat ? C’è un motivo particolare e che significato ha per voi? (Gene) Nessun significato in particolare, il nome l’ho preso da un cartone animato della Warner Bros. Il tostapane di Duffy Duck prevedeva una regolazione “VOLCANO HEAT”! Non chiedermi per cosa cucinare, non lo ricordo, ma avevo in mente di tornare a suonare rock e di farlo con una band rovente, passionale e distorta. È un nome che ben ci rappresenta.

Read More

Rapido incontro con Alex Marton, produttore di “Vive le Rock!”

Tu sei un produttore che lavora a 360 gradi, mettendo il tuo talento a disposizione di artisti pop, rock e dance. Qual è la chiave per riuscire bene in generi così diversi? Il fatto è che sono affascinato della musica in tutti i suoi aspetti e colori, mi innamoro facilmente quando riconosco del talento musicale a prescindere dal genere. Poi sono un pignolo e va da sé che quello che ritengo più importante in una produzione sia la qualità della musica.

Read More